BLOCCO PAGAMENTI CIG COVID-19… TUTELA PER IL LAVORATORE

Condividi

Nonostante la previsione normativa, ad oggi la cassa integrazione covid-19 non è stata ricevuta da tutti i lavoratori aventi diritto. Vediamo il perché

DA CHI VIENE PRESENTATA LA DOMANDA?

Come abbiamo specificato nell’altro articolo precedente, la richiesta viene effettuata dal datore di lavoro il quale sceglie le modalità di pagamento:

  • Anticipo del datore in busta paga;
  • Liquidazione diretta da parte dell’Inps.

Nel primo caso il datore di lavoro liquida la cassa integrazione direttamente in busta paga. Nel secondo caso, bisogna attendere il pagamento da parte dell’Inps.

TEMPI DI ATTESA PER IL PAGAMENTO?

Il pagamento del datore di lavoro coincide con quello della mensilità.

L’Inps, invece, dal giorno di presentazione della domanda amministrativa ha a disposizione 90 (novanta) giorni di tempo per pagare.

QUALI POSSONO ESSERE I MOTIVI DEL MANCATO PAGAMENTO DELLA CIG.

Il mancato pagamento della cassa integrazione può avvenire per diverse cause:

  • blocco del codice fiscale per indebito previdenziale;

Nel caso di blocco del codice fiscale, l’Inps è tenuta comunque a liquidare la prestazione fermo restando l’eventualità di una decurtazione dell’ ¼ in presenza di un indebito previdenziale dovuto alla fruizione illegittima di altra prestazione. Va precisato, che il lavoratore deve sapere dell’indebito altrimenti l’Inps non può trattenere alcuna somma. Vedi anche articolo sul blocco codice fiscale.

  • manata istruttoria della domanda;

La mancata istruttoria della domanda sta ad indicare la non lavorazione della domanda da parte del funzionario Inps. In tal caso, il pagamento non viene effettuato per negligenza da parte del personale addetto.

COSA SUCCEDE SE L’INPS NON PAGA LA CASSA INTEGRAZIONE?

Qualora l’Inps non dovesse provvedere al pagamento della cassa integrazione nei termini di legge, il lavoratore può tutelare il proprio diritto con un’azione legale. Lo studio legale Cantile & Associati può aiutarti nella risoluzione della problematica.

Per info visita il sito Cantile & Associati oppure seguici sui canali social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.